Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

news

Cerca

Sci alpino

Le gare FIS di sci alpino sono alle porte anche per la squadra maschile del Comitato FISI Alpi Occidentali e ancora una volta a guidare gli atleti sarà Marco Gullino, risorsa preziosa per il Comitato Alpi Occidentali insieme ad Alberto Platinetti, che cura il settore femminile. Si divide come sempre tra squadra maschile e femminile Alessandro Roberto, ex azzurro ed allenatore che il Centro Sportivo Esercito di Courmayeur distacca da alcuni anni presso il Comitato AOC, garantendo un supporto fondamentale nella preparazione tecnica. Nelle parole di Marco Gullino il riassunto del lavoro estivo e autunnale in preparazione della stagione 2020-2021: “Abbiamo cominciato la preparazione a luglio sul ghiacciaio di Les Deux Alpes, trovando sempre condizioni eccellenti per un lavoro mirato. Lo stesso dicasi per gli allenamenti di agosto a Cervinia-Zermatt. A settembre abbiamo tenuto due stage allo Stelvio e poi ci siamo spostati prima a Saas Fee in Svizzera e poi sulle nevi austriache di Hintertux. Per fortuna il tempo ci ha quasi sempre assistito e quindi sono soddisfatto”. Quali sono le prospettive per la stagione che inizierà tra poco? “Il nostro gruppo, spiega Gullino - comprende cinque atleti che sono nel gruppo Osservati delle squadre nazionali: Marco Abbruzzese, Edoardo Saracco, Lorenzo Thomas Bini, Corrado Barbera e Leonardo Rigamonti. C’è stata un'ottima collaborazione con la FISI e quindi già a giugno sono riuscito a seguirli nella prima fase di preparazione fisica a Formia. Parallelamente abbiamo lavorato con gli atleti del gruppo di interesse regionale che fanno il loro ingresso nella categoria Aspiranti. Inoltre hanno recuperato due atleti che nella passata stagione si erano infortunati, Carlo Cordone e Davide Damanti, che sono rientrati negli allenamenti autunnali. Complessivamente sono soddisfatto del lavoro di preparazione. Non vediamo l'ora di cominciare anche per capire a che punto siamo”. Ancora prima di iniziare però, il lavoro del Comitato è stato premiato: “Marco Abbruzzese è stato arruolato nel Gruppo Sportivo della Polizia, Edoardo Saracco nel Centro Sportivo Carabinieri: significa che abbiamo lavorato bene con loro. Ora speriamo che sia tutto regolare e che tutti abbiano le chance per entrate nelle squadre nazionali. Secondo me in Italia nella loro generazione i nostri Osservati sono tra i più bravi. Devono solo continuare così con l'impegno e la volontà. Se ci saranno le condizioni per una stagione equa per tutti possono farcela”.
Marco Abbruzzese, fresco di arruolamento nelle Fiamme Oro di Moena dopo una lunga militanza nel Mondolè Ski Team Prato Nevoso, sta seguendo sia la preparazione del gruppo Osservati delle squadre nazionali che quella del Comitato AOC. “La mia speranza, - sottolinea Marco - è che questa stagione inizi regolarmente e altrettanto regolarmente vada a avanti. Abbiamo bisogno di ritrovare continuità e di non essere interrotti come purtroppo è successo verso la fine della passata stagione. Io in realtà avevo già staccato a causa di un infortunio e quindi sarei comunque rimasto fermo. Per questo ho patito il lockdown meno di altri. A livello di risultati la stagione passata non è stata così soddisfacente, nonostante la convocazione alle Olimpiadi Giovanili in Svizzera. Qualche risultato buono è arrivato, ma complessivamente non sono riuscito ad ottenere quello che volevo. Quindi la prima cosa che spero è di avere una stagione regolare, in modo da poterci togliere belle soddisfazioni, non solo io ma tutti gli altri atleti del Comitato Alpi Occidentali, comprese le ragazze, perché siamo un bel gruppo”.
Nuova avventura anche per il cuneese Edoardo Saracco, fresco di ingresso nel Centro Sportivo Carabinieri dopo essere stato per tanti anni una bandiera dell’Equipe Limone: “Attualmente sto svolgendo il corso allievi Carabinieri a Torino e, finita questa interessante esperienza, la mia
caserma di riferimento sarà a Selva di Val Gardena. La passata stagione è stata positiva nonostante tutto, perché sono riuscito a centrare parte degli obiettivi che mi ero prefissato (in primis la medaglia di bronzo in Slalom ai Giochi Olimpici Giovanili di Losanna - ndr) Quest’estate sono riuscito ad allenarmi con continuità, con il gruppo Osservati delle squadre nazionali. Ho svolto ottimi allenamenti anche nelle discipline veloci, nelle quali in estate si fa sempre più fatica a prepararsi. Sono riuscito a fare anche qualche allenamento con l'Equipe Limone, con mia sorella Carlotta e con papà Roberto. Adesso la stagione è alle porte, e non vedo l’ora di iniziare”.
Carlo Cordone dell’Equipe Limone ci ha dichiarato: “Arrivo da una stagione difficile, perché in gennaio mi sono rotto il legamento crociato anteriore, ma per fortuna avevo già maturato un buon punteggio in Gigante. Durante il lockdown mi sono dedicato soprattutto alla riabilitazione e alla riatletizzazione, ricominciando poi ad agosto il lavoro sugli sci. Da poco ho ripreso a fare Gigante e Slalom in maniera quasi normale e quindi guardo con ottimismo alla prossima stagione. Punto a qualche piazzamento nel Grand Prix Giovani e nelle gare FIS. Cercherò soprattutto di concentrarmi su Gigante e Slalom, ma senza trascurare anche un po’ di velocità”.
Davide Damanti dello Sci Club Sansicario Cesana è al quarto anno nella squadra del Comitato Alpi Occidentali. “L’inverno 2019-2020 è da dimenticare, - sottolinea Davide - perché a settembre 2019 in allenamento sono caduto, procurandomi una frattura plurilegamentosa del ginocchio destro, che mi ha tenuto fermo per tutta la stagione. Ho iniziato la fisioterapia e poi ho seguito un percorso di riatletizzazione fino al lockdown, per poi essere monitorato anche da casa dai nostri fisioterapisti. È fisioterapista anche mia madre e quindi mi ha dato una mano preziosa. Ho ripreso a sciare a luglio a Les Deux Alpes, prima tranquillamente e poi forzando sempre un po’ di più. Ad ottobre ho ripreso anche con i pali. Adesso il mio primo obiettivo è di tornare a divertirmi anche in gara, riuscire ad essere sereno e abbassare i punti, puntando a buoni piazzamenti nel Grand Prix Italia”.
Queste invece le considerazioni di Lorenzo Thomas Bini dello Ski Team Cesana: “Anch'io come altri atleti AOC mi sto dividendo tra il Comitato e il gruppo Osservati delle squadre nazionali; un gruppo che mi sta aiutando molto: riusciamo ad allenarci seriamente e abbiamo un importante confronto con atleti di valore provenienti da altri Comitati. La stagione passata per me è stata molto importante: l’impatto con le categorie Giovani non era andato molto bene. Poi ho cambiato un po’ di cose e sono riuscita a riprendermi, ottenendo buoni risultati nella seconda parte della stagione: un buon punto di partenza per quello che verrà, perché ci sarà sempre di più da lavorare. Ora vediamo come andrà con il Coronavirus, ma continuiamo a lavorare. Dovremo farci trovare pronti quando arriveranno le prime gare, per ottenere il meglio”.
Corrado Barbera dello Ski College Limone sottolinea che “arriviamo da una stagione particolare, ma per fortuna in estate non ci sono stati problemi sia per l'allenamento a secco che per quello sugli sci. Certo, non è stato bello finire così la scorsa stagione: per noi del 2002 ha significato anche perdere i Campionati Italiani Aspiranti nell’anno buono. Ma è stato così per tutti. Adesso stiamo continuando a lavorare intensamente in vista della nuova stagione che presenta tante incognite. L'importante è essere sempre sul pezzo e lavorare duro”.
Queste invece le parole di Leonardo Rigamonti dello Sci Club Sansicario: “Da quest'anno comincio con il Comitato AOC e per fortuna in estate siamo riusciti ad allenarci in modo costante. Mi è servito per migliorare sotto vari aspetti, grazie ai tecnici che mi seguono, tra cui mio padre, Marco Gullino e Alessandro Roberto. La mia speranza è quella di poter continuare ad allenarci con regolarità per non perdere di vista gli obiettivi. I miei quest'anno sono quelli di entrare nelle squadre nazionali e andare più forte possibile”.
Il commento di Fabio Allasina, atleta classe 2004 dello Ski College Limone, ci ha detto: “Arrivo da una stagione positiva, anche se come tutti non sono riuscito a portarla a termine, ma sono riuscito ad entrare nella squadra regionale. Il lockdown? Non l’ho patito più di tanto perché vivendo in montagna sono comunque riuscito ad allenarmi all’aria aperta senza perdere troppo la forma fisica. Terminato quel periodo ho lavorato con il Team Fischer per alcuni test allo Stelvio e quindi è partita la preparazione estiva con il Comitato AOC, incastrando ogni tanto qualche stage anche con il mio Sci Club. Non so ancora cosa aspettarmi dalla prossima stagione. Sicuramente però punto a crescere dando il meglio di me in ogni gara sperando che il Covid non fermi di nuovo tutto”.
Gregorio Bernardi è un atleta dello Sci Club Sestriere e sottolinea come “nella passata stagione ci sono mancate un po’ di gare, ma il mio bilancio è soddisfacente. Il lockdown l’ho passato in montagna e quindi ho avuto meno problemi di altri per allenarmi, sfruttando gli spazi aperti vicini a casa. Un primo risultato importante è stato quello, grazie ai risultati ottenuti, di entrare nella squadra regionale. Essendo nato nel 2004, faccio il mio ingresso nella categoria Aspiranti e quindi non so cosa succederà. Cercherò di fare sempre il massimo, di crescere come atleta e spero vada tutto bene”.
Luigi Graziano dell’Equipe Limone nella passata stagione, troncata all’inizio di marzo, era all’ultimo anno tra i Children. “Mi è spiaciuto tantissimo non finire la stagione, ma durante il lockdown mi sono allenato a casa e poi, quando è stato possibile, ho ripreso con il gruppo. - sottolinea Luigi - Rimettere gli sci ai piedi è stato bellissimo, così come emozionante è stato iniziare la preparazione con il Comitato. Tra poco tornerò a gareggiare con atleti più grandi di me e quindi sarà stimolante. Da loro cercherò di imparare, sfruttando le loro esperienze. Soprattutto spero che il lockdown non arrivi a stoppare di nuovo tutto. Spero di poter presto tornare a sciare a Limone, che ha dovuto anche lottare con i danni dell’alluvione. Davvero, non vedo l'ora di ricominciare”.

Nelle foto in allegato: gli atleti del Comitato FISI Alpi Occidentali durante la preparazione estiva e autunnale

Leggi tutto: TRA CONFERME E VOLTI...Leggi tutto: TRA CONFERME E VOLTI...Leggi tutto: TRA CONFERME E VOLTI...Leggi tutto: TRA CONFERME E VOLTI...Leggi tutto: TRA CONFERME E VOLTI...Leggi tutto: TRA CONFERME E VOLTI...Leggi tutto: TRA CONFERME E VOLTI...Leggi tutto: TRA CONFERME E VOLTI...

Emergenza pandemica permettendo, manca davvero poco all’esordio agonistico delle ragazze della squadra di sci alpino del Comitato FISI Alpi Occidentali. Quello che succederà o non succederà nei prossimi mesi sulle piste del circuito giovanile nessuno lo può prevedere. Intanto, nei mesi della preparazione estiva a secco e in ghiacciaio, come tutti gli atleti seri e motivati, le ragazze targate AOC non hanno lasciato nulla al caso. Abbiamo interpellato l’allenatore che le segue durante l’intera stagione e le prepara nei mesi estivi per conoscere lo “stato dell’arte”. “Sono contento della preparazione estiva. - sottolinea Alberto Platinetti, tecnico che negli ultimi anni ha accompagnato all’ingresso delle squadre nazionali numerose atlete cresciute nel Comitato AOC – A luglio c’era tanta voglia di riprendere a sciare. Abbiamo trovato ottime condizioni a Les Deux Alpes, dove abbiamo organizzato due periodi di allenamento un po’ più lunghi del solito, fermandoci sette giorni per ogni periodo. Le ragazze erano in buone condizioni fisiche. In agosto ci siamo poi spostati a Cervinia, in condizioni di neve e di pendio diverse, potendo curare in particolare le discipline tecniche”. “A settembre, - prosegue Platinetti - Martina Banchi del Golden Team Ceccarelli ha partecipato ai raduni delle Osservate della Nazionale allo Stelvio e le altre ragazze, sempre allo Stelvio, hanno lavorato sia sulle discipline veloci che su quelle tecniche”. Il mese di ottobre le ragazze targate AOC lo hanno dedicato agli allenamenti in Gigante a Saas Fee su neve di tipo più invernale e ad un breve periodo ad Hintertux, dedicato al Super-G. “Abbiamo superato qualche piccolo incidente sofferto da alcune ragazze, che ora stanno tutte abbastanza bene e sono in crescita. - è il commento soddisfatto dell’allenatore del Comitato FISI Alpi Occidentali - Il nostro gruppo è molto giovane e le ragazze del 2003, come Martina Sacchi e Martina Banchi, trascinano le veterane e le spronano a dare sempre il meglio di sé. Anche le atlete del 2004 aggregate, Emilia Mondinelli, Matilde Lorenzi e Maria Sole Antonini, hanno una gran voglia di emergere. Covid-19 permettendo, nelle gare di Solda a novembre cercheremo di far esordire le più giovani e negli allenamenti delle prossime settimane cercheremo di sciare su neve artificiale per adeguarci ad un tipo di fondo che troveremo sovente nelle gare del Grand Prix Italia”. L’emergenza Covid nei mesi scorsi è stata affrontata grazie allo staff medico del Comitato, adottando tutte le necessarie misure di distanziamento e prevenzione. “Abbiamo la fortuna di praticare uno sport all’aria aperta e con scarse possibilità di contatto, se non nell’utilizzo degli impianti di risalita. - conclude Platinetti - Le ragazze si sono adattate molto bene alla situazione e seguono le regole. La stagione sarà particolare, ma dovremo adattarci e affrontare le difficoltà con serenità”. Ma quali sono le riflessioni e le aspettative delle ragazze? Lo abbiamo chiesto alle dirette interessate.
Giulia Currado Vietti dello Sci Club Val Vermenagna ormai è una veterana della squadra AOC e ricorda il lockdown come un periodo difficile, “in cui anche noi che pratichiamo lo sci abbiamo dovuto rinunciare ad una parte della stagione. Io ero all’ultimo anno tra le Aspiranti e volevo togliermi alcune soddisfazioni. Durante il periodo passato a casa non ho comunque perso le motivazioni e mi sono allenata atleticamente con attrezzi come il tapis roulant, la ciclette e i manubri. Sono riuscita anche ad allenarmi all’aperto, in giardino. Nessuno sapeva cosa ci attendeva dopo, ma io ho utilizzato quel periodo per riposarmi mentalmente e fisicamente e per mettere in ordine i miei obiettivi, che sto cercando di raggiungere giorno per giorno negli allenamenti. Sicuramente la voglia di sciare e di gareggiare è tanta. A Limone, dove ho casa e dove sono cresciuta sciisticamente, la ripresa dopo l’alluvione sarà dura, ma riusciremo a tornare più forti di prima. Nella stagione che sta per iniziare il mio obiettivo è di riuscire a dare il meglio di me stessa. Se ci riuscirò mi potrò togliere belle soddisfazioni. Con molta grinta e determinazione proverò a raggiungere sempre nuovi obiettivi giorno per giorno, passo dopo passo, con l’obiettivo finale di entrare nelle squadre nazionali”.
Anche Martina Banchi del Golden Team Ceccarelli è riuscita a proseguire durante il lockdown l’allenamento atletico, procurandosi gli attrezzi necessari. “Verso la fine della stagione, - ammette Martina – la motivazione era alta, ma quando si è capito che le ultime gare non si sarebbero disputate ho iniziato ad allenarmi in vista del ritorno sugli sci in estate. Gli allenamenti estivi in ghiacciaio sono andati bene. Abbiamo mantenuto le giuste distanze interpersonali e seguito tutti gli accorgimenti per evitare rischi. Non ho un obiettivo in particolare per la stagione 2020-2021: cercherò di dare il massimo e migliorare sempre più, sia dal punto di vista tecnico che mentale, nella convinzione che, se ci si impegna, i risultati vengono da sé”.
Martina Sacchi, anche lei del Golden Team Ceccarelli, nella stagione 2019-2020 era esordiente tra le Aspiranti e ha ottenuto risultati insperati, nonostante la difficoltà di adattarsi al nuovo ambiente agonistico. “Sono migliorata gara dopo gara e ho scoperto che tra le Aspiranti nel periodo invernale il tempo dedicato alle gare supera quello degli allenamenti. Le trasferte sono veramente molte e ad un certo punto ho avuto un calo fisico. Proprio quando stavo recuperando la stagione si è conclusa, prima dei Campionati Italiani. Il lockdown l’ho trascorso in montagna con la famiglia. All’inizio mi sono allenata con quello che avevo in casa, ma con il tempo mi sono procurata gli strumenti necessari per una buona preparazione atletica. Vedere le montagne innevate e non poterci andare a sciare è stata una sofferenza: non pensavo che lo sci potesse mancarmi così tanto. La scuola mi ha tenuto però molto impegnata, perché i miei professori si sono organizzati sin dal primo giorno per le lezioni online, più faticose di quelle svolte in classe. La nota più positiva è stata la convocazione nella squadra del Comitato: un traguardo a cui tenevo tanto. Ero felice di tornare sulle piste e ritrovare gli amici e le mia preparatrice atletica. Quando sono tornata a Les Deux Alpes mi sono trovata in una situazione strana e quasi surreale: tutti con le mascherine e in coda distanziati. Il primo impatto sugli sugli sci non è stato positivo: le sensazioni non erano positive. A fine luglio, quando ho recuperato quelle sensazioni mi sono fatta male al ginocchio. All’inizio sembrava necessario un lungo stop. Ad agosto ho passato tutte le mattine a fare fisioterapia. A metà settembre sono tornata a sciare in campo libero e da poco ho ripreso gli allenamenti veri e propri, grazie al fatto che il dolore è scomparso. Sono consapevole di essere in ritardo rispetto alle mie avversarie ma credo di avere il tempo di recuperare per essere pronta per le gare importanti a febbraio e marzo. Non mi pongo un obiettivo in particolare, perché preferisco fare un passo alla volta e cercare di migliorare tecnicamente”.
Vittoria Castellano, dello Sci Club Sauze d’Oulx, ci ha detto: “Vorrei iniziare la stagione con il piede giusto, trovando le giuste sensazioni nelle prime gare FIS e FIS-NJR. L’obiettivo di tutte noi della squadra regionale è quello di entrare nelle squadre nazionali. Nella squadra regionale, in cui sono entrata da quest’anno, si lavora benissimo. Siamo un gruppo compatto, non solo sugli sci: ci stimoliamo a vicenda. Durante il lockdown tutte noi abbiamo imparato a gestirci nell’attività atletica a casa. Sono felicissima di essere tornata sugli sci, ritrovando quella sensazione dello spigolo che taglia la neve, quelle emozioni forti che aspettavamo da tempo. Abbiamo lavorato molto bene in estate e in autunno sui ghiacciai con il nostro allenatore. Ci sono alti e bassi, com’è normale, ma la determinazione è tanta e la voglia anche. Sono felice e carica per il ritorno. Non sappiamo ancora bene cosa succederà, ma io sono fiduciosa e spero che potremo tornare a gareggiare e potremo diventare più forti di prima”.
Chiara Teroni del Mondolè Ski Team Prato Nevoso: “La stagione 2019-2020 si è interrotta sul più bello, quando stavamo entrando nel clou delle gare, quelle per cui ci prepariamo tutto l’anno. Il lockdown è stato difficile per atlete come noi, abituate a stare sempre all’aperto e a contatto con la natura. Ci siamo trovate segregate in casa e a me sono mancati molto lo sci, la neve, le mie compagne e tutto l’ambiente. Abitando in un appartamento a Genova, ho cercato di continuare come potevo la preparazione atletica, con gli attrezzi che avevo in casa. I tre mesi del lockdown comunque sono passati in fretta, grazie al supporto della mia famiglia e al fatto di dover preparare gli esami di Maturità. In quei tre mesi a casa non ho mai smesso di pensare allo sci, riguardando i miei vecchi video e ragionando sul gesto tecnico. La stagione 2020-2021 l’abbiamo preparata al meglio, perché abbiamo potuto allenarci sui ghiacciai, mantenendo le misure di sicurezza, come la mascherina e il distanziamento sociale anche tra noi atlete della squadra regionale. Rispettando alcune semplici regole ci siamo potute allenare in Italia, Francia, Svizzera e Austria. Spero che l’estate di intensi allenamenti porti i suoi frutti. Quest’anno vorrei trovare il limite di me stessa e non deludere me stessa. L’obiettivo, come per tutte, è di riuscire ad entrare nelle squadre nazionali. Ce la metto tutta e incrocio le dite perché questo momento drammatico passi in fretta”.
Gaia Blangero dell’Equipe Limone: “Sicuramente la stagione passata e quella che inizierà a breve sono state un po’ particolari, a causa del Coronavirus. All’inizio di marzo abbiamo dovuto interrompere la stagione, saltando le ultime tappe del circuito del Grand Prix Italia e i Campionati Italiani. Peccato perché, alla fine di febbraio, ero rientrata dopo uno stop forzato a seguito di un incidente in gennaio e mi stavo riprendendo tecnicamente e fisicamente. Ho sfruttato il primo periodo del lockdown per riposarmi dal carico della stagione e il periodo successivo per anticipare la preparazione fisica a secco. Sono riuscita ad attrezzare una piccola palestra a casa e, avendo molti spazi e un grande giardino, ho potuto svolgere attività per recuperare la forma fisica persa a partire da gennaio. L’incertezza sulla preparazione estiva si è per fortuna risolta e siamo riuscite a sciare praticamente come gli altri anni, adottando tutti gli accorgimenti e le precauzioni per la prevenzione del contagio. Quest’estate sono riuscita ad alternare settimane di lavoro sugli sci in ghiacciaio e settimane di lavoro a secco a casa con il mio preparatore atletico. Sicuramente l’aver avuto più tempo e l’aver iniziato la preparazione atletica un mese prima mi ha consentito di curare meglio alcuni aspetti che negli anni scorsi avevo dovuto trascurare. Ho iniziato gli studi di Psicologia all’Università e spero di poter conciliare lo studio e lo sci. Personalmente nella stagione che sta per iniziare non mi pongo un obiettivo specifico intermini di un risultato o di una gara particolare: cercherò di dare il meglio sempre, di avere la maggior continuità possibile, di sfruttare al meglio ogni situazione, anche quelle che mi sono meno congeniali. Ovviamente l’obiettivo è l’ingresso nelle squadre nazionali, ma quell’obiettivo scaturisce dal raggiungimento di tanti traguardi intermedi, da porsi e da raggiungere uno dopo l’altro durante la stagione”.
Emilia Mondinelli è una delle new entry della squadra femminile del Comitato FISI Alpi Occidentali. In vista della stagione 2020-2021 in cui esordisce nella categoria Aspiranti e quindi nella gare FIS-NJR ha deciso di passare dallo Sci Club Mera, in cui è cresciuta e ha ottenuto importanti risultati nella categoria Pulcini e Children, al Sansicario Cesana. “Nonostante il Covid, non vedo l’ora di cominciare la nuova avventura nella categoria Aspiranti e di esordire nelle gare FIS” dice Emilia.
È un esordiente tra le Aspiranti anche Matilde Lorenzi, da sempre in forza allo Sci Club Sestriere, dov’è cresciuta anche la sorella maggiore Lucrezia, atleta che ha fatto parte delle squadre nazionali. “Sono al primo anno nella categoria Aspiranti. - sottolinea Matilde – Non vedo l’ora di esordire e di recuperare tutti i giorni di sci persi durante il lockdown, quando abbiamo perso le gare più importanti della stagione. Ho trascorso il lockdown in casa e in giardino, potendo contare su di una piccola palestra domestica. Mi è mancato moltissimo lo sci e il fatto di stare con i miei amici e compagni. Finito il lockdown ho appreso la notizia di essere stata chiamata nella squadra del Comitato, che era il mio obiettivo stagionale. A fine giugno, il giorno prima di partire per il primo allenamento mi sono però fratturata due ossa di un piede e ho riportato una distorsione ad una caviglia. Mi sono dovuta fermare e ho potuto riprendere gli allenamenti solo a settembre, sia con lo Sci Club Sestriere che con il Comitato, riuscendo a recuperare l’attività non svolta. Gli allenamenti stanno andando bene. Incrociamo le dita, per riuscire a fare una stagione completa. Il mio obiettivo è di mantenere il posto nella squadra del Comitato e di fare buone gare ed esperienza”.
Maria Sole Antonini dello Sci Club Varallo sottolinea di aver avuto la fortuna di potersi allenare atleticamente a casa durante il lockdown. “A giugno siamo riuscite a riprendere gli allenamenti sugli sci. - dice l’atleta valsesiana – Adesso non vedo l’ora di esordire nella categoria Aspiranti, soprattutto, di tornare a gareggiare”.


Nelle foto in allegato: le ragazze del Comitato FISI Alpi Occidentali durante la preparazione estiva

Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...Leggi tutto: TENACIA, IMPEGNO,...

Anche nella Coppa del Mondo maschile il Gigante di Sölden ha segnato un cambio generazionale. Dopo la consacrazione definitiva della ventiquattrenne cuneese Marta Bassino come una delle atlete che lottano costantemente per la vittoria, in campo maschile il Circo Bianco si è inchinato alla “nouvelle vague” norvegese. I “vichinghi”, ma anche gli svizzeri, hanno confermato di aver cresciuto al meglio un agguerrito gruppo di ventenni (o poco più) che promettono di “mandare in pensione” in tempi brevi i protagonisti del massimo circuito nell’era post Hirscher. Solo gli “inossidabili” Gino Caviezel e Alexis Pinturault hanno lottato fino all’ultimo per contrastare il ventenne norvegese con sangue brasiliano Lucas Braathen (Barerums Skiklub) e lo svizzero Marco Odermatt. Braathen si era già messo in evidenza nei Mondiali Juniores del 2019 in Val di Fassa di Fassa (con due medaglie) e nella scorsa stagione di Coppa del Mondo, con cinque piazzamenti nei primi dieci. Per lui oggi è arrivata con merito la prima vittoria in Coppa del Mondo, grazie ad una seconda manche funambolica ma velocissima, con il tempo totale di 2’,14”,41/100 e con 5/100 di vantaggio su Marco Odermatt (Ski Club Hergiswil), altro fenomeno che si candida al vertice. Gino Caviezel (Ski Club Beverin) a soli 28 anni è già un veterano e, dopo aver fatto segnare il miglior tempo nella prima manche, ha un po’ pasticciato nella seconda, ma ha centrato il primo podio in carriera, a 46/100 dal vincitore. Alexis Pinturault (Douanes Françaises -. Club des Sports de Courchevel) si è dovuto accontentare del quarto posto. Il miglior azzurro è stato ancora una volta il trentenne Luca De Aliprandini, decimo a ad 1”,37/100, a causa di qualche errore sul muro sia nella prima che nella seconda manche. Gran numero del carabiniere bardonecchiese Giovanni Borsotti, tredicesimo in grande rimonta ad 1”,67/100, dopo il ventiduesimo tempo ottenuto nella prima manche e grazie al terzo tempo nella seconda frazione. Punti anche per l’indomito Manfred Moelgg (Fiamme Gialle), ventunesimo al rientro dall'infortunio al legamento crociato, ma anche per il livignasco Roberto Nani (Centro Sportivo Esercito), ventitreesimo nonostante il mal di schiena che lo assilla da giorni, Fuori dopo poche porte Alexander Aamodt Kilde, detentore della Coppa del Mondo, che ha cominciato la stagione con uno zero in classifica.
Nel dopo gara De Aliprandini ha dichiarato: “Mi aspettavo qualcosa in più dalla seconda manche, però almeno so dove mi manca questo secondo che ho perso. Ho sbagliato un po’ troppo nel muro, mentre sia la parte alta che quella bassa non erano male. Sono partito bene in entrambe le manche, ma a metà muro ho fatto qualche errore”. Borsotti è contento: “Ero molto fiducioso prima di questa manche, perché i distacchi erano molto risicati e sapevo che si poteva recuperare. Il buon tempo nella seconda mi dà molta fiducia per la stagione. Sono convinto che tutti possiamo levarci delle grosse soddisfazioni. De Aliprandini l’ha un po' persa nella parte finale, ma nella parte iniziale è andato meglio degli altri. Per noi la preparazione è andata molto bene e spero si potrà vedere durante la stagione”.

La classifica del Gigante della Coppa del Mondo maschile disputato a Sölden

https://www.fis-ski.com/DB/general/results.html?sectorcode=AL&raceid=104273

Nelle foto in allegato: i protagonisti del Gigante di apertura della Coppa del Mondo maschile 2020-2021 a Sölden (credits agenzia Pentaphoto)

Leggi tutto: AL VENTENNE NORVEGESE...Leggi tutto: AL VENTENNE NORVEGESE...Leggi tutto: AL VENTENNE NORVEGESE...Leggi tutto: AL VENTENNE NORVEGESE...Leggi tutto: AL VENTENNE NORVEGESE...Leggi tutto: AL VENTENNE NORVEGESE...

La stagione 2020-2021 della Coppa del Mondo femminile è cominciata nella “bolla” anti-Covid 19, ma è cominciata nel migliore dei mondi per l’Italia e per il Piemonte, con la splendida doppietta sul ghiacciaio del Rettenbach, a Sölden. La cuneese Marta Bassino (Centro Sportivo Esercito) e la valdostana Federica Brignone (Carabinieri) hanno messo tutte sull’attenti, segnando un solco enorme nei confronti della terza classificata, una Petra Vlhova (Ski Team Vlha), attardata nella prima manche e autrice di una bella rimonta nella seconda. Quella odierna è la dodicesima doppietta nella storia dello sci alpino femminile italiano, la prima ottenuta a Sölden. Già nella prima manche l’azzurra di Borgo San Dalmazzo e la compagna di La Salle avevano dimostrato di avere una marcia in più rispetto a tutto il lotto delle avversarie fra le porte di uno dei Giganti più impegnativi del circuito femminile. Bassino prima e Brignone seconda: una graduatoria che si è ripetuta al termine della gara, con Marta al traguardo nel tempo totale di 2’,19”,69/100 e Federica seconda a 14/100. Petra Vlhova ha chiuso ad 1”,13/100: evidentemente la strigliata ricevuta dall’allenatore Livio Magoni tra la prima e la seconda manche è stata efficace, perché Petra è apparsa trasformata, facendo segnare un tempo strepitoso. Nella seconda discesa Bassino e Brignone sono scese giustamente prudenti, ma non troppo, consapevoli di poter scrivere una pagina importante nella storia dello sci azzurro. La seconda vittoria in Coppa del Mondo per Marta è arrivata a meno di un anno da quella ottenuta nel Gigante di Killington, mentre per Federica, vincitrice della Coppa del Mondo 2019-2020, quello di Sölden è il podio numero 40 in carriera. Bella anche la prova della campionessa olimpica Sofia Goggia (Fiamme Gialle), al rientro dopo l'infortunio dello scorso febbraio. La sua azione non è ancora precisa, ma la bergamasca è comunque giunta sesta, con un’ottima seconda manche e grandi margini di crescita. L'unica nota che è mancata alla Nazionale femminile sono state le giovani: nessuna qualificata per la seconda manche, compresa la finanziera genovese Valentina Cillara Rossi, che potrà sicuramente rifarsi in Coppa Europa, circuito in cui l’anno scorso si è tolta alcune belle soddisfazioni.
Queste le prime dichiarazioni di Marta Bassino nel dopo gara: “Nella prima manche avevo trovato buone sensazioni. Nella seconda manche è stata un po’ più tosta, ma ho cercato di tenere duro e di spingere fino alla fine. Sicuramente ero fiduciosa e stavo sciando bene in allenamento. Traferire tutto quello in gara è una cosa che ti dà molta fiducia. Dedico i miei risultati sempre alle persone che mi vogliono bene: ai miei famigliari, al mio fan club. E poi un pensiero particolare alla mia terra, che in questo periodo sta soffrendo per l'alluvione. È sempre bello essere due italiane sul podio perché dimostra che stiamo andando nella direzione giusta. Anche Sofia è lì vicino e sono certa che tornerà a fare grandi risultati anche in Gigante”.
“Sempre meglio arrivare secondi dietro a un'italiana che a una straniera. - ha invece commentato Federica Brignone - Penso che sia un bel messaggio per l’Italia, significa che stiamo lavorando bene e che siamo in forma ed è positivo. C'è mancato poco anche per vincere, ma sono molto contenta di avere cominciato così: dopo tutta la pressione, dopo tutto quello che è successo, sono davvero felice di avere cominciato così oggi”.

La classifica del Gigante della Coppa del Mondo femminile disputato a Sölden

https://www.fis-ski.com/DB/general/results.html?sectorcode=AL&raceid=104272

Nelle foto in allegato: le protagoniste del Gigante di apertura della Coppa del Mondo femminile 2020-2021 a Sölden (credits agenzia Pentaphoto)

Leggi tutto: NEL PRIMO GIGANTE DI...Leggi tutto: NEL PRIMO GIGANTE DI...Leggi tutto: NEL PRIMO GIGANTE DI...Leggi tutto: NEL PRIMO GIGANTE DI...Leggi tutto: NEL PRIMO GIGANTE DI...Leggi tutto: NEL PRIMO GIGANTE DI...Leggi tutto: NEL PRIMO GIGANTE DI...Leggi tutto: NEL PRIMO GIGANTE DI...

Marcello Lippi, Giovanni Malagò, Davide Cassani e le campionesse azzurre dello snowboard e dello sci alpino Michela Moioli e Marta Bassino: erano come sempre veri Vip dello sport gli ospiti del 32° Galà della Castagna d'oro di Frabosa Sottana di sabato 3 e domenica 4 ottobre, un evento che ha scelto di esserci a ogni costo, rispettando le norme di prevenzione contro il Covid-19 e i principi del distanziamento sociale. Il Galà è l’evento che da sempre apre la stagione invernale in Valle Maudagna, stuzzicando la voglia di sci di coloro che frequentano Prato Nevoso, Artesina e Frabosa Soprana, in una parola il Mondolè Ski. I nomi non avrebbero neanche bisogno di presentazioni, ma come non ricordare i cinque scudetti e i Mondiali del 2006 vinti da Lippi come allenatore, le battaglie del presidente Malagò per difendere l’indipendenza dello sport italiano e del Coni dalla politica, l’esperienza di Davide Cassani come corridore professionista, commentatore televisivo e CT della Nazionale azzurra di ciclismo su strada, l’oro olimpico di Michela Moioli nello snowboardcross, il successo di Marta Bassino nel Gigante di Killington e i tanti podi conquistati dalla sciatrice di Borgo San Dalmazzo nella Coppa del Mondo di sci alpino 2019-2020. Prodotti tipici, street food e artigianato attirano ogni anno a Frabosa Sottana visitatori dal Piemonte e dalla Liguria, ma sono i campioni dello sport il vero grande richiamo della Castagna d’Oro, intervistati quest’anno da Marino Bartoletti e accolti dal Presidente della Regione Alberto Cirio, dai presidenti delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino e di Cuneo, Giovanni Quaglia e Giandomenico Genta, dal presidente del Comitato FISI Alpi Occidentali, Pietro Blengini. Sollecitata dalle domande dei giornalisti presenti a Frabosa Sottana, Marta Bassino ha tracciato un bilancio positivo della preparazione estiva del gruppo Coppa del Mondo Elite della Nazionale sui ghiacciai europei, dicendosi fiduciosa in vista del Gigante di apertura della stagione, in programma sabato 17 ottobre a Soelden. Per Marta, come per Michela Moioli, l’obiettivo della stagione 2020-2021 è duplice: far bene in Coppa del Mondo e conquistare il podio ai Mondiali di sci alpino a Cortina e in quelli di snowboardcross che sono in programma dal 19 al 21 febbraio a Zhangjiakou, località cinese che nel 2022 ospiterà alcune delle gare delle Olimpiadi Invernali di Pechino.

 

Nelle foto in allegato: alcuni momenti della consegna dei premi Castagna d’Oro a Frabosa Sottana (foto Michele Fassinotti per Archivio Fotografico Comitato FISI Alpi Occidentali)

Leggi tutto: A FRABOSA SOTTANA LA...Leggi tutto: A FRABOSA SOTTANA LA...Leggi tutto: A FRABOSA SOTTANA LA...

Erano quattro gli atleti del gruppo Osservati delle squadre nazionali di sci alpino che il Direttore tecnico giovanile Massimo Carca ha convocato per il raduno che si è concluso sul ghiacciaio dello Stelvio mercoledì 30 settembre. L’allenamento è stato organizzato in collaborazione con i Comitati regionali della FISI. Per le Alpi Occidentali erano presenti Martina Banchi (Golden Team Ceccarelli), Lorenzo Thomas Bini (Ski Team Cesana), Marco Abbruzzese (Fiamme Oro Moena) e Leonardo Rigamonti Sansicario Cesana). Tra i tecnici che hanno affiancato Massimo Carca l’allenatore della squadra maschile del Comitato AOC, Marco Gullino, che commenta: “il lavoro è stato proficuo per tutti i nostri atleti, sia per gli Osservati che per quelli che hanno partecipato al raduno della squadra del Comitato, a cui erano presenti anche Davide Damanti e Carlo Cordone, rientrati in pista dopo gli infortuni che li avevano fermati nella scorsa stagione”. Oltre a Damanti e Cordone con la squadra AOC allo Stelvio si sono allenati Mattia Borgogno (Colomion), Corrado Barbera (Ski College Limone), Luigi Graziano (Equipe Limone), Gregorio Bernardi (Sestriere). Le atlete convocate per l’allenamento sotto la guida dei tecnici Alberto Platinetti e Alessandro Roberto erano Maria Sole Antonini (Varallo), Gaia Blangero (Equipe Limone), Vittoria Castellano (Sauze d’Oulx), Matilde Lorenzi (Sestriere), Emilia Mondinelli (Sansicario Cesana), Martina Sacchi (Golden Team Ceccarelli) e Chiara Teroni (Mondolè Ski Team). “Il maltempo ha condizionato il nostro lavoro solo nella prima giornata. - commenta Platinetti – Poi abbiamo sfruttato sia le ore del mattino che quelle pomeridiane, riuscendo a effettuare prove in Super-G. Sono contento soprattutto per le ragazze del 2004 appena entrate in squadra: si sono integrate bene e hanno desiderio di migliorare. Dal 12 al 17 ottobre lavoreremo a Saas Fee, in Svizzera, anche per cambiare tipo di tracciati e di pendii”.

Nelle foto in allegato: gli atleti del Comitato AOC in allenamento allo Stelvio

Leggi tutto: GRAN LAVORO ALLO...

Leggi tutto: GRAN LAVORO ALLO...Leggi tutto: GRAN LAVORO ALLO...Leggi tutto: GRAN LAVORO ALLO...Leggi tutto: GRAN LAVORO ALLO...Leggi tutto: GRAN LAVORO ALLO...

Nello scorso fine settimana dieci atleti della Nazionale di sci d’erba hanno partecipato al terzo raduno del 2020 a Sansicario di Cesana, provando sulle qualificate piste valsusine percorsi di Slalom, Gigante e Super-G. La compagine azzurra, di cui fa parte Alberto Bleynat, atleta classe 1997 dello Sci Club Sestriere, si è allenata venerdì 4 in Gigante, sabato 5 in Super-G e domenica
5 in Slalom. A dirigere gli azzurri c’erano gli allenatori Roberto Parisi e Gualtiero Guenda.

Nelle foto in allegato: gli atleti della Nazionale che si sono allenati a Sansicario il 4, 5 e 6 settembre e un’immagine di Alberto Bleynat

Leggi tutto: ALBERTO BLEYNAT IN...Leggi tutto: ALBERTO BLEYNAT IN...

Sottocategorie

{article Sponsor}{text}{/article}

GRANDE INIZIO DI STAGIONE

LO SCI D'ERBA

Sci alpino news

Entusiasmante sci di fondo!

News dal fondo

Sci alpinismo, soddisfazioni estreme!

L'avventura dello Sci alpinismo

Nuovi successi nel Biathlon

Successi nel Biathlon

Notizie dallo Snowboard

Snowboard vincente

News

PUBBLICATI UFFICIALMENTE I CALENDARI AGONISTICI REGIONALI DELLA STAGIONE 2020-2021

on 30 Novembre 2020
PUBBLICATI UFFICIALMENTE I CALENDARI AGONISTICI REGIONALI DELLA STAGIONE 2020-2021

Con tutte le avvertenze legate alla situazione di emergenza pandemica, da oggi è possibile consultare i calendari agonistici regionali del Comitato FISI Alpi Occidentali per la stagione 2020-2021. Sono pubblicati nel portale Internet www.fisiaoc.it nelle sezioni dedicate alle discipline dello sci alpino, sci nordico, sci alpinismo, biathlon e snowboard. Ovviamente i calendari, essendo stati definiti nelle scorse settimane, non possono tener conto degli annullamenti di gare dovuti alle restrizioni agli...

4/100 NEGANO A GIULIA CURRADO VIETTI LA GIOIA DEL BIS NEL SECONDO...

on 30 Novembre 2020
4/100 NEGANO A GIULIA CURRADO VIETTI LA GIOIA DEL BIS NEL SECONDO GIGANTE FIS-NJR DI SANTA CATERINA VALFURVA. E PER 4/100 EDOARDO SARACCO NON SALE SUL PODIO DELLA GARA MASCHILE

  È stata una questione di centesimi, per la precisione 4, a separare gli atleti del Comitato AOC da una vittoria bis in campo femminile e da un podio in quella maschile nel secondo dei due Giganti FIS-NJR disputati a Santa Caterina Valfurva e validi per il circuito del Trofeo Cancro Primo Aiuto-Memorial Walter Fontana. Giulia Currado Vietti, albese dello Sci Club Val Vermenagna, già vincitrice domenica 29 novembre, ha...

A SANTA CATERINA VALFURVA GIULIA CURRADO VIETTI TRIONFA NEL PRIMO GIGANTE FIS-NJR...

on 29 Novembre 2020
A SANTA CATERINA VALFURVA GIULIA CURRADO VIETTI TRIONFA NEL PRIMO GIGANTE FIS-NJR DEL MEMORIAL FONTANA. EDOARDO SARACCO SESTO, GRAN RIMONTA DI FABIO ALLASINA

La stagione agonistica 2020-2021 dello sci alpino è appena all’inizio ed è difficile prevederne l’evoluzione, ma quello che è certo è che la squadra regionale del Comitato FISI Alpi Occidentali ha rotto il ghiaccio. Merito della diciottenne Giulia Currado Vietti, dello Sci Club Val Vermenagna. Sulle nevi di Santa Caterina la ragazza albese ha vinto il primo dei due Giganti FIS-NJR validi per il circuito del Trofeo Cancro Primo Aiuto-Memorial...

A SANTA CATERINA VALFURVA GAIA BLANGERO SFIORA IL PODIO NEL SECONDO SLALOM...

on 28 Novembre 2020
A SANTA CATERINA VALFURVA GAIA BLANGERO SFIORA IL PODIO NEL SECONDO SLALOM FIS-NJR DEL MEMORIAL FONTANA. CORRADO BARBERA QUINTO

Sabato 28 novembre seconda giornata di gare FIS-NJR a Santa Caterina Valfurva valide per il Trofeo Cancro Primo Aiuto-Memorial Walter Fontana. Nel secondo Slalom in campo femminile ha vinto l’Aspirante classe 2003 Caterina Sinigoi (Ski Klub Devin) con il tempo totale di 1’,40”,96/100, precedendo per 1”,25/100 la francese Coline Saguez (Club des Sports de Chamonix) e per 1”,90/100 la giapponese Arata Wakatsuki (Tokai University). La cuneese Gaia Blangero dell’Equipe Limone...

A SANTA CATERINA VALFURVA EDOARDO SARACCO TERZO NEL PRIMO SLALOM FIS-NJR DEL...

on 27 Novembre 2020
A SANTA CATERINA VALFURVA EDOARDO SARACCO TERZO NEL PRIMO SLALOM FIS-NJR DEL MEMORIAL WALTER FONTANA. TRA LE RAGAZZE BENE GINEVRA TREVISAN E LE ESORDIENTI ANTONINI E LORENZI

Un podio e prestazioni complessivamente positive per gli atleti del Comitato FISI Alpi Occidentali impegnati a Santa Caterina Valfurva nel primo dei due Slalom FIS-NJR validi per il Trofeo Cancro Primo Aiuto-Memorial Walter Fontana. In campo maschile la gara è stata vinta dal belga Eliot Grandjean (Racing Team Wallonie Belgium) nel tempo totale di 1’,30”,08/100, con un vantaggio di 61/100 sul carabiniere abruzzese Goffredo Mammarella e di 71/100 sul limonese...

COPPA DEL MONDO: NEL PARALLELO DI LECH-ZUERS SI CONFERMA PETRA VLHOVA E...

on 26 Novembre 2020
COPPA DEL MONDO: NEL PARALLELO DI LECH-ZUERS SI CONFERMA PETRA VLHOVA E MARTA BASSINO È BUONA QUINTA

Niente da fare contro l’imbattibile Petra Vlhova (Ski Team Vlha sro), ma ancora una volta Marta Bassino nel Parallelo di Lech-Zuers ha tenuto alto il nome dell’Italia e del Piemonte, risultando la migliore delle azzurre. La campionessa slovacca ha ottenuto la terza vittoria di fila in Coppa del Mondo, battendo in finale la sorpresa statunitense Paula Moltzan (University of Vermont Ski Team). È tornata sul podio la ticinese Lara Gut...

BLENGINI: “PER TUTTI NOI VALERIO GHIRARDI È STATO UN AMICO, UN COLLEGA,...

on 26 Novembre 2020
BLENGINI: “PER TUTTI NOI VALERIO GHIRARDI È STATO UN AMICO, UN COLLEGA, UN ESEMPIO E UN RIFERIMENTO”

“Per molti di noi Valerio Ghirardi è stato un amico e un collega. Per tutti è stato un esempio e un riferimento, sia dal punto di vista tecnico che umano”: con queste parole Pietro Blengini, Presidente del Comitato FISI Alpi Occidentali, ricorda il tecnico originario di Luserna San Giovanni scomparso prematuramente all’età di 58 anni. “Un male terribile e incurabile lo ha sottratto all’affetto dei suoi familiari, dei colleghi, dei...

COPPA DEL MONDO: A LEVI PETRA VLHOVA CONCEDE IL BIS IN SLALOM....

on 22 Novembre 2020
COPPA DEL MONDO: A LEVI PETRA VLHOVA CONCEDE IL BIS IN SLALOM. CURTONI OTTAVA, BASSINO E VIVIANI BRAVE MA SFORTUNATE

Doppietta della slovacca Petra Vlhova (Ski Team Vlha s.r.o.) nel secondo Slalom della Coppa del Mondo femminile 2020-2021 sulla pista Black di Levi. Prima a metà gara, a pari merito con la svizzera Michelle Gisin (Ski Club Engelberg), la leader della classifica generale della Coppa ha messo le marce alte nella seconda, scavando il margine necessario per il primo gradino sul podio. La campionessa slovacca allenata dal tecnico italiano Livio...

A PASS THURN DOPPIO PODIO PER CARLOTTA SARACCO NEGLI SLALOM FIS. ANITA...

on 22 Novembre 2020
A PASS THURN DOPPIO PODIO PER CARLOTTA SARACCO NEGLI SLALOM FIS. ANITA GULLI SETTIMA

Carlotta Saracco conferma il suo ottimo momento di forma anche sulle nevi austriache di Pass Thurn, che oggi hanno ospitato due Slalom FIS femminili in rapida successione. Nella prima gara successo azzurro con la romana Elena Sandulli (Fiamme Gialle) prima nel tempo totale di 1’,24”,31/100, davanti all'atleta di casa Lisa Hoernhager (Ski Klub Mayrhofen), staccata di appena 3/100. Terzo posto per Carlotta Saracco (Centro Sportivo Esercito) a 28/100 e buona...

COPPA DEL MONDO: A LEVI PETRA VLHOVA DETTA LEGGE IN SLALOM DAVANTI...

on 21 Novembre 2020
COPPA DEL MONDO: A LEVI PETRA VLHOVA DETTA LEGGE IN SLALOM DAVANTI A MIKAELA SHIFFRIN. CURTONI UNDICESIMA E BASSINO DICIOTTESIMA NELLA GARA D’ESORDIO DI SERENA VIVIANI

La slovacca Petra Vlhova (Ski Team Vlha s.r.o.) ha vinto il primo Slalom della Coppa del Mondo femminile 2020-2021, disputato sulla pista Black di Levi, potendo contare nella seconda manche sulla tracciatura dal suo allenatore, l’italiano Livio Magoni. Petra ha ottenuto la terza vittoria della carriera sulla pista finlandese, incrementando il gregge di renne che l’organizzazione, da sempre, regala alle vincitrici. Già prima a metà gara, la campionessa slovacca non...

COPPA DEL MONDO: SERENA VIVIANI DEBUTTA NEGLI SLALOM DI LEVI: “GRAZIE AI...

on 20 Novembre 2020
COPPA DEL MONDO: SERENA VIVIANI DEBUTTA NEGLI SLALOM DI LEVI: “GRAZIE AI MIEI ALLENATORI, DARÒ IL 100%”

Serena Viviani debutta in Coppa del Mondo, nei due Slalom di Levi di sabato 21 e domenica 22 novembre (con le prime manche alle 10,15 e le seconde alle 13,15) e la mente per la ventunenne genovese (e tifosa genoana) cresciuta agonisticamente nel Comitato FISI Alpi Occidentali torna a tre anni e mezzo fa, al febbraio 2017 a Sarentino, quando le saltò un ginocchio, costringendola ad una lunga riabilitazione davanti....

INFORTUNIO IN ALLENAMENTO PER MATTIA CASSE: FRATTURA DELL’ASTRAGALO DEL PIEDE SINISTRO

on 19 Novembre 2020
INFORTUNIO IN ALLENAMENTO PER MATTIA CASSE: FRATTURA DELL’ASTRAGALO DEL PIEDE SINISTRO

Infortunio per Mattia Casse nel corso di un allenamento che la squadra della velocità maschile di sci alpino ha svolto sulla pista di Cervinia. Il trentenne piemontese si è procurato la frattura dell'astragalo del piede sinistro. Nella giornata odierna verrà sottoposto dalla Commissione Medica FISI ad una tac presso la clinica La Madonnina, al termine della quale l'atleta deciderà se sottoporsi ad intervento chirurgico, oppure se proseguire con una terapia...

STEFANO CANAVESE IN VAL MARTELLO CON LA NAZIONALE JUNIORES E GIOVANI

on 19 Novembre 2020
STEFANO CANAVESE IN VAL MARTELLO CON LA NAZIONALE JUNIORES E GIOVANI

Dopo alcune settimane di pausa è tornata al lavoro la nazionale Juniores e Giovani di biathlon. Un gruppo formato da dieci atleti si è ritrovato in Val Martello martedì 17 novembre per un raduno che si concluderà lunedì 23 novembre. Tra i convocati è presente anche Stefano Canavese (CS Esercito), cresciuto nel Comitato AOC, che nelle ultime settimane si è allenato presso il poligono del Centro Fondo di Entracque. Insieme...

SCI DI FONDO E BIATHLON – LE SQUADRE DEL COMITATO AOC E...

on 19 Novembre 2020
SCI DI FONDO E BIATHLON – LE SQUADRE DEL COMITATO AOC E LO SCI CLUB ENTRACQUE ALPI MARITTIME AL LAVORO A LIVIGNO

Il Comitato FISI AOC ha scelto Livigno per rifinire la preparazione delle squadre regionali di sci di fondo e biathlon. In collaborazione con lo Sci Club Entracque Alpi Marittime, che aveva scelto il “Piccolo Tibet” livignasco per svolgere il lungo raduno conclusivo prima dell’inizio delle competizioni nazionali, le squadre del Comitato AOC si sono recate nella stessa località. Doppia convocazione quindi nello sci di fondo, nella quale il gruppo è...

CARLOTTA SARACCO BATTE CELINA HALLER SUL FILO DI LANA NEL SECONDO SLALOM...

on 12 Novembre 2020
CARLOTTA SARACCO BATTE CELINA HALLER SUL FILO DI LANA NEL SECONDO SLALOM FIS DI SOLDA. ANCORA BENE CORRADO BARBERA

Carlotta Saracco ha concluso nel migliore dei modi le quattro giornate di gare FIS sulle piste altoatesine di Solda valevoli per il Trofeo Livata. La ventunenne limonese del Centro Sportivo Esercito nei giorni scorsi aveva ottenuto un secondo e un terzo posto in Gigante e un ottavo posto nella prima gara di Slalom. Nella seconda competizione tra le porte strette Carlotta ha vinto con il tempo totale di 1’,47”,60/100, ribaltando...

« »

News

« »

PUBBLICATI UFFICIALMENTE I CALENDARI AGONISTICI REGIONALI DELLA STAGIONE 2020-2021

on 30 Novembre 2020
PUBBLICATI UFFICIALMENTE I CALENDARI AGONISTICI REGIONALI DELLA STAGIONE 2020-2021

Con tutte le avvertenze legate alla situazione di emergenza pandemica, da oggi è possibile consultare i calendari agonistici regionali del Comitato FISI Alpi Occidentali per la stagione 2020-2021. Sono pubblicati nel portale Internet www.fisiaoc.it nelle sezioni dedicate alle discipline dello sci alpino, sci nordico, sci alpinismo, biathlon e snowboard. Ovviamente i calendari, essendo stati definiti nelle scorse settimane, non possono tener conto degli annullamenti di gare dovuti alle restrizioni agli spostamenti e alla chiusura delle stazioni sciistiche dovute alle misure per la prevenzione del Covid-19. Ad esempio, il calendario 2020-2021 per lo sci alpino prevedeva come primi impegni agonistici le gare FIS Cittadini del 1° e 2 dicembre e gli International Ski Games del 18-19-20 dicembre a Prato Nevoso, rinviati a date da destinarsi. È ragionevole ipotizzare che anche le gare FIS-NJR di Slalom e di Gigante del Trofeo Comitato Sci Club...

4/100 NEGANO A GIULIA CURRADO VIETTI LA GIOIA DEL BIS NEL SECONDO...

on 30 Novembre 2020
4/100 NEGANO A GIULIA CURRADO VIETTI LA GIOIA DEL BIS NEL SECONDO GIGANTE FIS-NJR DI SANTA CATERINA VALFURVA. E PER 4/100 EDOARDO SARACCO NON SALE SUL PODIO DELLA GARA MASCHILE

  È stata una questione di centesimi, per la precisione 4, a separare gli atleti del Comitato AOC da una vittoria bis in campo femminile e da un podio in quella maschile nel secondo dei due Giganti FIS-NJR disputati a Santa Caterina Valfurva e validi per il circuito del Trofeo Cancro Primo Aiuto-Memorial Walter Fontana. Giulia Currado Vietti, albese dello Sci Club Val Vermenagna, già vincitrice domenica 29 novembre, ha chiuso al secondo posto, appena alle spalle della francese Lara Bertholin. La transalpina del Club des Sports de Tignes ha chiuso le due manche nel tempo totale di 1’,55”,31/100. Dietro a Giulia Currado Vietti, staccata appunto di 4/100, l’altra francese Paola Orecchioni, Aspirante del Club des Sports de Courchevel, staccata di 7/100, a testimonianza di una gara a dir poco tirata. Bene anche Chiara Teroni, genovese del Mondolé Ski Team, undicesima, mentre Matilde Lorenzi dello Sci Club Sestriere, con il ventiseiesimo...

A SANTA CATERINA VALFURVA GIULIA CURRADO VIETTI TRIONFA NEL PRIMO GIGANTE FIS-NJR...

on 29 Novembre 2020
A SANTA CATERINA VALFURVA GIULIA CURRADO VIETTI TRIONFA NEL PRIMO GIGANTE FIS-NJR DEL MEMORIAL FONTANA. EDOARDO SARACCO SESTO, GRAN RIMONTA DI FABIO ALLASINA

La stagione agonistica 2020-2021 dello sci alpino è appena all’inizio ed è difficile prevederne l’evoluzione, ma quello che è certo è che la squadra regionale del Comitato FISI Alpi Occidentali ha rotto il ghiaccio. Merito della diciottenne Giulia Currado Vietti, dello Sci Club Val Vermenagna. Sulle nevi di Santa Caterina la ragazza albese ha vinto il primo dei due Giganti FIS-NJR validi per il circuito del Trofeo Cancro Primo Aiuto-Memorial Walter Fontana. Giulia ha chiuso le due manche nel tempo totale di 1’,53”,32/100, precedendo per 35/100 l’israeliana Noa Szollos (Nivelco Racing Team), prima delle Aspiranti. Terza a 42/100 la valdostana Nadine Brunet (Aosta). Buon tredicesimo posto per Chiara Teroni, genovese del Mondolè Ski Team, diciassettesimo per Martina Banchi del Golden Team Ceccarelli, che è la sesta delle Aspiranti, ventiduesimo per Melissa Astegiano (Equipe Limone), ottava delle Aspiranti. Al ventisettesimo posto Matilde L...

A SANTA CATERINA VALFURVA GAIA BLANGERO SFIORA IL PODIO NEL SECONDO SLALOM...

on 28 Novembre 2020
A SANTA CATERINA VALFURVA GAIA BLANGERO SFIORA IL PODIO NEL SECONDO SLALOM FIS-NJR DEL MEMORIAL FONTANA. CORRADO BARBERA QUINTO

Sabato 28 novembre seconda giornata di gare FIS-NJR a Santa Caterina Valfurva valide per il Trofeo Cancro Primo Aiuto-Memorial Walter Fontana. Nel secondo Slalom in campo femminile ha vinto l’Aspirante classe 2003 Caterina Sinigoi (Ski Klub Devin) con il tempo totale di 1’,40”,96/100, precedendo per 1”,25/100 la francese Coline Saguez (Club des Sports de Chamonix) e per 1”,90/100 la giapponese Arata Wakatsuki (Tokai University). La cuneese Gaia Blangero dell’Equipe Limone non è salita sul podio per l’inezia di 9/100, ma ha completato una prova convincente. Nelle prime dieci anche Ginevra Trevisan del Golden Team Ceccarelli, nona a 2”,44/100 e seconda delle Aspiranti. Al tredicesimo posto Charlotte Audibert del Golden Team Ceccarelli, al ventunesimo assoluto e al settimo tra le Aspiranti la vercellese Maria Sole Antonini dello Sci Club Varallo, che è stata la migliore delle debuttanti nate nel 2004. Al ventisettesimo posto assoluto e al...

A SANTA CATERINA VALFURVA EDOARDO SARACCO TERZO NEL PRIMO SLALOM FIS-NJR DEL...

on 27 Novembre 2020
A SANTA CATERINA VALFURVA EDOARDO SARACCO TERZO NEL PRIMO SLALOM FIS-NJR DEL MEMORIAL WALTER FONTANA. TRA LE RAGAZZE BENE GINEVRA TREVISAN E LE ESORDIENTI ANTONINI E LORENZI

Un podio e prestazioni complessivamente positive per gli atleti del Comitato FISI Alpi Occidentali impegnati a Santa Caterina Valfurva nel primo dei due Slalom FIS-NJR validi per il Trofeo Cancro Primo Aiuto-Memorial Walter Fontana. In campo maschile la gara è stata vinta dal belga Eliot Grandjean (Racing Team Wallonie Belgium) nel tempo totale di 1’,30”,08/100, con un vantaggio di 61/100 sul carabiniere abruzzese Goffredo Mammarella e di 71/100 sul limonese Edoardo Saracco, anche lui del Centro Sportivo Carabinieri. Edoardo è riuscito a salire sul podio recuperando due posizioni tra la prima e la seconda manche e risultando il migliore degli Aspiranti. La classifica degli Aspiranti vede al quinto posto Leonardo Rigamonti dello Sci Club Sansicario, diciassettesimo assoluto. Ottavo degli Aspiranti e ventitreesimo assoluto Leonardo Clivio del Golden Team Ceccarelli. Quarantesimo assoluto e sedicesimo degli Aspiranti Fabio Allasina dello S...

COPPA DEL MONDO: NEL PARALLELO DI LECH-ZUERS SI CONFERMA PETRA VLHOVA E...

on 26 Novembre 2020
COPPA DEL MONDO: NEL PARALLELO DI LECH-ZUERS SI CONFERMA PETRA VLHOVA E MARTA BASSINO È BUONA QUINTA

Niente da fare contro l’imbattibile Petra Vlhova (Ski Team Vlha sro), ma ancora una volta Marta Bassino nel Parallelo di Lech-Zuers ha tenuto alto il nome dell’Italia e del Piemonte, risultando la migliore delle azzurre. La campionessa slovacca ha ottenuto la terza vittoria di fila in Coppa del Mondo, battendo in finale la sorpresa statunitense Paula Moltzan (University of Vermont Ski Team). È tornata sul podio la ticinese Lara Gut Behrami (Sporting Gottardo), che ha battuto nella finalina per il terzo posto la svedese Sara Hector (Kungsbergets AK). Nei quarti di finale Marta Bassino era stata battuta proprio da Paula Moltzan di strettissima misura, dopo aver fatto segnare il quarto tempo in qualificazione. La classifica finale vede la cuneese del Centro Sportivo Esercito al quinto posto, mentre Federica Brignone (Carabinieri), superata da Petra Vlhova nei quarti, è giunta settima. Queste le parole di Marta Bassino dopo la gara: “Giorna...

BLENGINI: “PER TUTTI NOI VALERIO GHIRARDI È STATO UN AMICO, UN COLLEGA,...

on 26 Novembre 2020
BLENGINI: “PER TUTTI NOI VALERIO GHIRARDI È STATO UN AMICO, UN COLLEGA, UN ESEMPIO E UN RIFERIMENTO”

“Per molti di noi Valerio Ghirardi è stato un amico e un collega. Per tutti è stato un esempio e un riferimento, sia dal punto di vista tecnico che umano”: con queste parole Pietro Blengini, Presidente del Comitato FISI Alpi Occidentali, ricorda il tecnico originario di Luserna San Giovanni scomparso prematuramente all’età di 58 anni. “Un male terribile e incurabile lo ha sottratto all’affetto dei suoi familiari, dei colleghi, dei tecnici e degli atleti che ha seguito, portandone molti ai vertici mondiali, da Isolde Kostner a Tina Maze. - prosegue Blengini – A noi resta il ricordo di un uomo che eccelleva nella sua professione e che aveva un carattere generoso. Lo vogliamo ricordare come lo abbiamo conosciuto direttamente in pista da Prato Nevoso a Prali e visto in tv da Lake Louise a Cortina. È un giorno triste per lo sci piemontese e italiano e, in questo momento, esprimo a nome del Comitato, dei suoi Consiglieri, dei tecnici, degli a...

COPPA DEL MONDO: A LEVI PETRA VLHOVA CONCEDE IL BIS IN SLALOM....

on 22 Novembre 2020
COPPA DEL MONDO: A LEVI PETRA VLHOVA CONCEDE IL BIS IN SLALOM. CURTONI OTTAVA, BASSINO E VIVIANI BRAVE MA SFORTUNATE

Doppietta della slovacca Petra Vlhova (Ski Team Vlha s.r.o.) nel secondo Slalom della Coppa del Mondo femminile 2020-2021 sulla pista Black di Levi. Prima a metà gara, a pari merito con la svizzera Michelle Gisin (Ski Club Engelberg), la leader della classifica generale della Coppa ha messo le marce alte nella seconda, scavando il margine necessario per il primo gradino sul podio. La campionessa slovacca allenata dal tecnico italiano Livio Magoni ha chiuso nel tempo totale di 1’,49”,05/100, circa 1 secondo più veloce rispetto alla gara vinta sabato 21 novembre, mettendosi alle spalle la Gisin, staccata di 31/100. Terza a 50/100 l’austriaca Katharina Liensberger, a 50/100 e risalita dalla sesta piazza. Appena fuori dal podio la svizzera Wendy Holdener (Ski Club Drusberg), quarta a 79/100. Solo quinta Mikaela Shiffrin (Ski and Snowboard Club), con un distacco di 93/100. La campionessa statunitense non è ancora in condizione, ma c’è da sco...

A PASS THURN DOPPIO PODIO PER CARLOTTA SARACCO NEGLI SLALOM FIS. ANITA...

on 22 Novembre 2020
A PASS THURN DOPPIO PODIO PER CARLOTTA SARACCO NEGLI SLALOM FIS. ANITA GULLI SETTIMA

Carlotta Saracco conferma il suo ottimo momento di forma anche sulle nevi austriache di Pass Thurn, che oggi hanno ospitato due Slalom FIS femminili in rapida successione. Nella prima gara successo azzurro con la romana Elena Sandulli (Fiamme Gialle) prima nel tempo totale di 1’,24”,31/100, davanti all'atleta di casa Lisa Hoernhager (Ski Klub Mayrhofen), staccata di appena 3/100. Terzo posto per Carlotta Saracco (Centro Sportivo Esercito) a 28/100 e buona settima piazza per la torinese Anita Gulli (Centro Sportivo Esercito), staccata di 67/100. Nella seconda gara successo della diciassettenne lettone Dzenifera Germane, in 1’,26”,38/100. Alle spalle della sorprendente atleta nata nel 2003 ancora Carlotta Saracco, seconda a 77/100, con Celina Haller (Fiamme Gialle) terza ad 1”,11/100. Fuori invece nella prima manche Anita Gulli. Le classifiche dei due Slalom FIS femminili disputati a Pass Thurn https://www.fis-ski.com/DB/general/results.h...

COPPA DEL MONDO: A LEVI PETRA VLHOVA DETTA LEGGE IN SLALOM DAVANTI...

on 21 Novembre 2020
COPPA DEL MONDO: A LEVI PETRA VLHOVA DETTA LEGGE IN SLALOM DAVANTI A MIKAELA SHIFFRIN. CURTONI UNDICESIMA E BASSINO DICIOTTESIMA NELLA GARA D’ESORDIO DI SERENA VIVIANI

La slovacca Petra Vlhova (Ski Team Vlha s.r.o.) ha vinto il primo Slalom della Coppa del Mondo femminile 2020-2021, disputato sulla pista Black di Levi, potendo contare nella seconda manche sulla tracciatura dal suo allenatore, l’italiano Livio Magoni. Petra ha ottenuto la terza vittoria della carriera sulla pista finlandese, incrementando il gregge di renne che l’organizzazione, da sempre, regala alle vincitrici. Già prima a metà gara, la campionessa slovacca non ha lasciato nulla alle avversarie e ha chiuso nel tempo totale di 1’,50”,11/100, con il miglior parziale in entrambe le manche. È festa in casa USA per una ritrovata Mikaela Shiffrin (Ski and Snowboard Club Vail), apparsa brillante e veloce e staccata di soli 18/100 dall’eterna rivale. Ottimo podio a 57/100 per la ventitreenne austriaca Katharina Liensberger, esattamente com’era successo nello Slalom di Zagabria dello scorso gennaio. A seguire in classifica Svizzera e Austria,...

News Istituzionali

Gli Allenatori - Premio Montagnedoc 2020

on 15 Luglio 2020
Gli Allenatori - Premio Montagnedoc 2020

Sabato 29 agosto 2020 a Sestriere "Gli Allenatori 2020 - Premio Montagnedoc" - Allegata l'informativa:

EMERGENZA COVID 19 - CHIUSURA UFFICI E OPERATIVITA' IN SMART WORKING

on 01 Maggio 2020
EMERGENZA COVID 19  - CHIUSURA UFFICI E OPERATIVITA' IN SMART WORKING

A seguito dell'emanazione del nuovo DPCM del 26 aprile u.s., si comunica che la chiusura degli uffici federali e periferici è stata prorogata sino al 17 maggio p.v. La segreteria AOC è a disposizione, per ogni necessità, oltre che all'indirizzo e-mail: craoc@fisi.org anche al seguente riferimento telefonico: 338.3543633 (orario d'ufficio)

TR. ALPE CIMBRA - FOLGARIA 27-28 GENNAIO 2020

on 14 Gennaio 2020
TR. ALPE CIMBRA - FOLGARIA 27-28 GENNAIO 2020

Nella sezione SCI ALPINO - Graduatorie sono pubblicati i nominativi degli atleti convocati alla Selezione Nazionale TR. ALPE CIMBRA che avrà luogo a Folgaria il 27 -28 gennaio 2020

« »

News Istituzionali

« »

Gli Allenatori - Premio Montagnedoc 2020

15 Luglio 2020
Gli Allenatori - Premio Montagnedoc 2020

Sabato 29 agosto 2020 a Sestriere "Gli Allenatori 2020 - Premio Montagnedoc" - Allegata l'informativa:

EMERGENZA COVID 19 - CHIUSURA UFFICI E...

01 Maggio 2020
EMERGENZA COVID 19  - CHIUSURA UFFICI E OPERATIVITA' IN SMART WORKING

A seguito dell'emanazione del nuovo DPCM del 26 aprile u.s., si comunica che la chiusura degli uffici federali e periferici è stata prorogata sino al 17 maggio p.v. La segreteria AOC è a disposizione, per...

TR. ALPE CIMBRA - FOLGARIA 27-28 GENNAIO...

14 Gennaio 2020
TR. ALPE CIMBRA - FOLGARIA 27-28 GENNAIO 2020

Nella sezione SCI ALPINO - Graduatorie sono pubblicati i nominativi degli atleti convocati alla Selezione Nazionale TR. ALPE CIMBRA che avrà luogo a Folgaria il 27 -28 gennaio 2020

F.I.S.I. AOC - via Giordano Bruno, 191 (palazzina 4) - 10134 Torino - P.IVA: 05027640159
Tel. 011.3143890 - Fax 011.6193848 - Scrivi una email
Orario: lunedì/venerdì ore 10:00 - 15:00
BNL, Ag. 1, Torino - Cod. IBAN: IT 71 I 01005 01001 0000 0000 0240